“Profondo sconforto” per i saldi anticipati al 6 gennaio

dicembre 14, 2010 | News

E’ con profondo sconforto che Federstrade accoglie la notizia dello spostamento della data di avvio dei saldi al 6 gennaio. L’associazione si è battuta molto, assieme a tutti propri associati, per far valere le ragioni espresse nelle settimane precedenti e sulle quali pensavamo si fosse trovata l’intesa. Invece il Consiglio Regionale ha respinto questa richiesta da parte della Giunta, che, al contrario, aveva prima avanzato questa proposta. Si è deciso in questo modo, dunque, per ragioni tecniche e, così lacuni hanno pensato, per evitare di penalizzare le città limitrofe alle regioni nelle quali i saldi partivano i primi di gennaio. Confcommercio, quindi, ha fatto leva su questo rischio. Ma a Roma, così come nelle città vicine, i nostri associati ancora concordano nel far partire la stagione dei saldi perlomeno dal 15 gennaio. Purtroppo questa decisione presa ad inizio settimana, invece, ci penalizza molto.



Da Via Candia a Viale Marconi, fino a Boccea e piazza Bologna: e luce (di Natale) fu

L’8 dicembre scorso sono state accese contemporaneamente le illuminazioni di Natale in molte strade di Roma. Nell’ordine: via Candia, via Boccea, via Dei Castani, piazza Bologna, piazza Jacini, Viale Marconi, Via Colli Portuensi, viale Eritrea, via Magnagrecia, via Menghini e via Gallia. Le accensioni rientrano nel piano decoro natalizio allestito dalle associazioni di categoria, in collaborazione con il Comune di Roma, intervenuto nelle strade prive di luminarie.

Tram 8 fino a Piazza Venezia: incontrati i vertici dell’Agenzia per la Mobilità

Proseguono gli incontri in merito alla decisione di spostare il capolinea del tram “8″ da largo Argentina a Piazza Venezia. I nostri associati, in merito, proprio nei giorni scorsi si sono confrontati con i rappresentanti dell’Agenzia della Mobilità del Comune di Roma. Proprio di recente l’argomento è stato affrontato anche con una serie di sondaggi condotti dallo stesso Campidogilio ed al termine dei quali è emerso come tale spostamento sia gradito all’83 per cento dei romani.

I commenti sono disabilitati