Saldi: Federstrade promette serietà e trasparenza

gennaio 04, 2011 | News

A tenere banco, in questi giorni, ci sono i saldi. Ai quali siamo arrivati non senza difficoltà.
Inutile piangerci addosso, ma neppure sottovalutare come il momento non sia affatto dei migliori. La crisi, la frammentazione tra associazioni per quel che ha riguardato il giorno del fatidico ‘via’ alle svendite: tutto questo, purtroppo, si è riverberato e si riverberà sull’inizio di gennaio.

Certo, garantiremo l’impegno da parte dei nostri associati ad effettuare gli sconti promessi; a non vendere i fondi di magazzino ed ad effettuare i cambi merce a coloro che ne faranno richiesta. Sappiamo che, proprio su questo tema, c’è molta aspettativa da parte della clientela. Insomma, bisogna ribattere sul tema della serietà. E’ e sarà il nostro cavallo di battaglia. Con trasparenza e volontà eviteremo le solite campagne mediatiche, le quali, in attesa dell’apertura delle vendite, dipingono i commercianti come una categoria di disonesti pronti a rifilare fregature ai propri clienti. Questo è un boomerang che non può e non deve tornarci contro. Soprattutto ora che c’è difficoltà. Dai nostri calcoli, la spesa prevista a famiglia per le vendite di saldo sarà pari a  250 €uro. Bassi, troppo bassi affinché le prospettive di vendita possano, quindi, considerarsi buone. Ci attesteremo, vedrete, su posizioni identiche a quelle dello scorso anno, consolidando così una perdita del 20 per cento ottenuta nei saldi invernali del 2010.

Però, statene certi… noi di Federstrade ci metteremo tutta la professionalità, la competenza e la passione di cui disponiamo. Poco ma sicuro.

I commenti sono disabilitati