Lettera inviata all’Assessore Bordoni

luglio 20, 2010 | Comunicazioni

FEDERstradeRoma e Provincia:

Chiede di

  1. CONCERTARE CON IL COMUNE – CON LARGO ANTICIPO – LE APERTURE PER LE FESTIVITÀ’ E LE DOMENICHE;

Roma è una città con una forte vocazione turistica, e questo è particolarmente vero per il centro storico. E la nostra città, diversamente da quanto avviene in altri capoluoghi del paese, detiene il poco invidiabile primato delle aperture annue straordinarie. Per questo FEDERstradeRoma chiede – nella tutela dei propri associati – la riforma del  sistema con cui vengono deliberate le giornate straordinarie di apertura da parte degli amministratori locali. Decisioni spesso intempestive e repentine, che lasciano pochissimo tempo per poter organizzare il personale dipendente e garantir a loro e ai commercianti stessi la possibilità di difendere la propria qualità di vita.

  1. POSTICIPARE LE DATE DEI SALDI ESTIVI E INVERNALI;

E’ necessario spostare  il periodo delle svendite di fine stagione per evitare di danneggiare ulteriormente il commercio già provato da una gravissima crisi e la conseguente contrazione dei consumi.

  1. RICHIEDERE L’APPLICAZIONE DELLE LEGGI DI REGOLAMENTAZIONE DELL’AMBULANTATO REGOLARE E CONTRASTARE L’ABUSIVISMO;

il commercio ambulante più o meno regolare si è fatto ancora più aggressivo occupando tutti gli spazi disponibili nelle strade, impedendo il regolare traffico sia pedonale che di viabilità, costituendo di fatto mercati alternativi privi di qualsiasi autorizzazione. E’ necessario che il comune di Roma adotti tutte le misure consentite dalla legge per impedire il protrarsi di queste situazioni.

  1. RICHIEDERE IL BLOCCO DELLE NUOVE APERTURE DEI CENTRI COMMERCIALI PER ROMA E PROVINCIA;

il moltiplicarsi dei centri commerciali senza un piano di distribuzione nel tessuto commerciale romano ha portato  l’unico risultato di sottrarre lavoro al commercio tradizionale, sbilanciando l’offerta nei confronti di una domanda che si è via via attenuata.

Questi quattro punti sono per noi di fondamentale importanza, onde poter rispondere al grido di allarme lanciato dal commercio capitolino di vicinato, che in momenti così difficili si sente scarsamente ascoltato e considerato da coloro che dovrebbero con la loro presenza aiutare e tutelare un così importante settore economico della nostra città.

Mina Giannandrea

Presidente FEDERstradeRoma e Provincia

Scarica la lettera in formato pdf

I commenti sono disabilitati