Lettera di FEDERstradeRoma e Provincia ai colleghi commercianti

luglio 20, 2010 | Comunicazioni

Gentile collega,

le principali strade commerciali di Roma, si sono riunite recentemente sotto un’unica sigla, per dar vita ad una nuova associazione di commercianti che tuteli finalmente gli interessi della nostra categoria. FEDERstradeRoma e Provincia, è l’associazione neocostituita a cui il cuore del commercio di vicinato della capitale ha affidato il proprio mandato di rappresentanza.

Nel corso degli ultimi anni ci siamo resi conto della necessità di avere nuovi e più preparati rappresentanti che discutano le cose del commercio dal punto di vista dei commercianti – e non dei politici – che in ragione del loro lavoro non riescono a soddisfare in maniera concreta le esigenze del nostro settore.

Abbiamo visto via via il moltiplicarsi dei centri commerciali senza un piano di distribuzione nel tessuto commerciale romano, con l’unico risultato di sottrarre lavoro al commercio tradizionale.

✓Abbiamo assistito passivamente alla sostituzione della tassa “Punta Massimo Scoperto” applicata dalle banche dietro richiesta del nostro governo, con la più subdola e più costosa “Tassa di Utilizzo Fido”.

Abbiamo visto il commercio ambulante più o meno regolare farsi più aggressivo occupando tutti gli spazi disponibili nelle strade, impedendo il regolare traffico sia pedonale che di viabilità, costituendo di fatto mercati alternativi privi di qualsiasi autorizzazione.

Abbiamo visto anticipare il periodo delle svendite di fine stagione per accontentare la grande distribuzione dai nostri amministratori regionali, danneggiando ulteriormente il commercio già provato da una gravissima crisi e la conseguente contrazione dei consumi.

Abbiamo assistito alla denigrazione della nostra categoria, da sempre ritratta come formata da incalliti evasori fiscali e venditori di fondi di magazzino, senza che nessun’associazione di categoria si fosse eretta a nostra difesa.

Per questo la FEDERstradeRoma e Provincia si propone concretamente di dare una risposta uniforme e concreta a questi e ad altri problemi che attualmente assillano il nostro lavoro:

Proporre nuove forme di incentivi ai consumi che incrementino le vendite con forme nuove di comunicazione e promozione;

Rendere più agevoli e funzionali i luoghi dove si svolgono i nostri commerci affinché la nostra clientela non venga dirottata nei vari outlet o mall (parcheggi, arredo urbano, marciapiedi adeguati, concordare le zone a traffico limitato e le manifestazioni, ecc.);

Ottenere una tutela – al pari degli altri settori – nei momenti di crisi da parte del nostro governo (si rottamano le auto, le cucine, ecc., ma di aiuti al commercio non se ne parla).

Tutto questo per cercare di guardare al futuro con un pizzico di serenità in più e riappropriarci – insieme al nostro potere contrattuale – della nostra rispettabilità e della nostra credibilità, troppe volte messa in dubbio.

Pertanto richiamarsi al classico “l’unione fa la forza” sembrerà banale, ma è esattamente quello che ci aspettiamo: se saremo in tanti, sarà certo che le nostre richieste arriveranno fino in fondo.

Cordialmente,

Mina Giannandrea

Presidente FEDERstradeRoma e Provincia

Scarica la lettera in formato pdf

Di seguito le adesioni a FEDERstradeRoma e Provincia da parte dei commercianti delle seguenti Associazioni di Strada:

Viale Marconi

Via Tuscolana

Via Boccea

Via Appia

Via Frattina

Via Ugo Ojetti

Viale Libia

Via Ottaviano

Viale Europa

Via Oderisi da Gubbio

Viale Eritrea

Via Menghini

Via dei Castani

Il “Tridente” (Centro Storico)

Via dei Giubbonari

Piazza Bologna

Via Magna Grecia

Via Nazionale

Via Salaria

Via Portuense

Via Grimaldi

Via dei Colli Portuensi

Ciampino

I commenti sono disabilitati